Relazione sull'evento "Maschera e Volto dell'Iniziazione Contemporanea"

Visite: 1491

A cura della Redazione di EreticaMente

Maschera e Volto dell’iniziazione contemporanea

 

Milano 31 Gennaio 2015

 

Nel pomeriggio di Sabato 31 Gennaio, presso la sede milanese dell’Associazione Nazionale Volontari di Guerra, si è svolta l’attesa conferenza sul tema dell’iniziazione contemporanea, in continuità con gli alti insegnamenti che Julius Evola 80 anni fa ha voluto dispensarci nella sua quasi omonima opera “Maschera e Volto dello spiritualismo contemporaneo”. 

 

Nel primo intervento, Andrea Scarabelli, in rappresentanza della Fondazione Evola, riprendendo le indicazioni non solo evoliani, ma riferendosi anche alle opere di Guènon ed al romanzo iniziatico “Il Domenico Bianco” di Gustav Meyrink ha voluto evidenziare come tale pedagogia tradizionale ed anti-neospiritualista rivesta, nell’era attuale, tutta la sua profonda attualità e validità. Successivamente, Stefano Sogari, coordinatore della sezione di Parma dell’ANVG, ha voluto esplicitare, citando una famosa conferenza di Pio Filippani Ronconi presso l’Associazione romana Fons Perennis, tutta la necessità di rendere realmente attive tutte le proposizioni ideali, non relegandole nell’astrattismo, ma praticando nella vita quotidiana quell’etica eroica, di cui molti, purtroppo, fanno solo un uso retorico e parolaio. Di seguito, Giuseppe Barbera, presidente dell’Associazione Tradizionale Pietas, ha rappresentato tutta la diversità tra una visione del mondo arcaica, specificatamente italico-romana, ed una propensione moderna della spiritualità, rifacendosi all’applicazione pratica, anch’egli, dei valori espressi dai Majores. Il prof, Claudio Mutti, poi, ha presentato il suo nuovo saggio per le Edizioni All’Insegna del Veltro “Il linguaggio segreto dell’Antelami”, sul simbolismo sacro che caratterizza il Duomo di Parma, non scevro di stringenti riferimenti alla decadenza moderna ed alla fine del presente ciclo cosmico, in cui il Veltro, molto prima di Dante assume una valenza di notevole importanza. Un approfondimento particolare e molto interessante è stato proposta da Francesco Guarnaccia, collaboratore della rivista di studi ermetici Il Cervo Bianco, in cui la dimensione ascetica è stata connessa con la primordialità animica e sottile del suono. Daniele Laganà, coordinatore dell’Associazione IlCervoBianco di Napoli, ha, letteralmente incantato la platea, investigando con rara maestria gli ambiti reconditi che legano insegnamento ermetico ed un sano e tradizionale uso della medianità. Infine, Luca Valentini, in rappresentanza della Redazione di Ereticamente, ha
approfondito un argomento poco noto come quello della Metafisica del Caos, cioè le radici contro-iniziatiche dell’Ultima Era, correlandole con la giusta predisposizione di introspezione interiore che ogni Uomo della Tradizione deve attuare in sé, per rendersi libero dalle catene invisibili del dominio sinarchico. La manifestazione in questione, come è stato riportato da tutti i partecipanti e dagli stessi organizzatori, ha riscosso un notevole successo, per la levatura delle relazioni e per la sala praticamente gremita. Come Redazione di Ereticamente non possiamo ancora una volta non ringraziare i nostri cari amici di viaggio per la vicinanza dimostrata per quest’ennesima manifestazione eretica. All’Associazione IlCervoBianco di Napoli, alla Fondazione Evola, all’Associazione Tradizionale Pietas, alla rivista telematica Hellenismo, alle Edizioni Rebis di Viareggio, alla Casa Libraria Edit@ di Taranto e, in particolar modo, alla sezione milanese dell’ANVG nella persona di Andrea Benzi va tutta la nostra fraterna gratitudine, certi che, a breve, ci saranno altri eventi per ritrovarsi tutti uniti nel segno del Fronte della Tradizione.

La Redazione di Ereticamente

(nelle foto: Mutti, Barbera, Guarnaccia, Laganà, Valentini, Benzi, Sogari)