Articoli

ERMETISMO E TERAPEUTICA IN GIULIANO KREMMERZ di Piero Fenili

Visite: 3762

Si può tranquillamente affermare che la terapeutica costituisce un incontestabile fondamento dell’ermetismo kremmerziano, considerando che il Kremmerz la pose al centro delle modalità operative dell’organizzazione iniziatica da lui creata, la Fratellanza terapeutico-magica di Myriam. In tal modo egli venne a rapportarla, seppure con due importanti “distinguo” di natura rispettivamente dottrinale ed operativa, al grande movimento rosicruciano sviluppatosi in Europa soprattutto nei secoli  XVII  e XVIII.
1) “Distinguo” dottrinale: mentre la Rosa+Croce  europea si muoveva prevalentemente entro gli orizzonti del cabalismo ebraico-cristiano, pur con qualche  significativo accostamento ad una numerologia che si fa risalire anche a Pitagora, la Rosacroce  kremmerziana travalicava i limiti della Tradizione biblica, nelle sue due forme di Antico e Nuovo Testamento, per prendere a modello le antiche Fratellanze isiache, intese come veicoli di un esoterismo magico egizio-caldeo.
2) “Distinguo”operativo:  la Rosa+Croce europea, specialmente nella sua corrente manifestatasi all’esterno come  Rosa+Croce d’Oro (nota in Germania, dove fu particolarmente attiva, come Gold u. Rosenkreuz) prestò particolare attenzione all’alchimia operativa di laboratorio, della quale apparvero sulla scena europea alcuni misteriosi Adepti (si pensi al caso dell’enigmatico Federico Gualdi ovvero Friedrich Walther, attivo anche in Italia).
Tale alchimia operativa di laboratorio mirava alla confezione di un farmaco universale (cioè “cattolico”) capace di guarire ogni male e di prolungare, come elixir di lunga vita, indefinitamente la durata della vita umana, beninteso nei limiti concessi dal Creatore. Realizzazioni, queste, che comportavano in taluni sviluppi anche  una decisiva efficacia trasmutatoria, in senso spirituale, sulla persona dell’iniziato. In corso d’opera, poi, si mirava anche alla trasmutazione dei metalli vili in oro, che era però ritenuta un’acquisizione di livello inferiore, sebbene fosse proprio quella che scatenava maggiormente la cupidigia umana ed inquietava le Autorità, timorose da un lato di possibili disordini finanziari collegati a tali pratiche, ma non di rado desiderose di accaparrarsene  le più o meno mirabolanti ricette. Di tale trasmutazione metallica il Kremmerz volle in parte utilizzare il potente simbolismo che, applicato all’ermetista praticante, ne suggeriva, come da piombo in oro, la trasformazione in una sorta di semidio.

Leggi tutto: ERMETISMO E TERAPEUTICA IN GIULIANO KREMMERZ di Piero Fenili

IL LIBRO MAGICO DEI 72 ANGELI DI SALOMONE - Pier Luca Pierini R.

Visite: 5274

Trasmesso dall’Angelo Raziel a Mosè e da lui giunto a Salomone per volontà di Adonay. Tradotto dai Sette Savi Cabalisti del Tempio

Con il Rituale Invocatorio di Chiamata, le Virtù Segrete, i Poteri Occulti, i Sigilli Misteriosi e i Talismani dei 72 Angeli Supremi e dei 12 Angeli Governatori dei Segni

Nell’ambito delle nostre ricerche, tese a riproporre e rendere disponibili al ricercatore testi unici di straordinario valore documentale, abbiamo realizzato un’opera che possiamo definire tra le più complete e rappresentative di Cabala Operativa o Magia Divina e Angelica: un affascinante e misterioso settore dell’ermetismo tradizionale e della magia cerimoniale e talismanica incentrato su pratiche invocatorie rivolte ad alte entità angeliche associate ai valori esoterici dei salmi e dei relativi versetti, secondo regole e dinamiche stabilite sulla base di complesse corrispondenze cabalistiche e rituali.
Per la compilazione del volume che abbiamo l’onore di presentare sono stati utilizzati vari manoscritti originali dell’archivio Rebis: dalla “Cabale Divine” del Lenain ed altri testi omonimi dei secoli XVIII e XIX, ad altri importanti manoscritti redatti in latino e in italiano, quali il “Formulario delli Salmi del Profeta David nelli quali si esprimono le virtù dei medesimi, appropriati per la salute dell’anima et del corpo”, il “Compendio dei Salmi per la Invocazione secondo i propri bisogni”, “La santa Scienza dei 72 Angeli di Salomone con la vera Virtù dei Salmi di David”, “Scimus te Elim – Vera Virtù dei Salmi di David Re d’Israello estratta dagli antichi Cabalisti”, “Clavicule de Salomon ou la vraie Cabbale misterieuse et divine”, oltre a vari altri documenti.

Magnifica edizione in ampio formato stampata in due colori su carta pregiata e lussuosamente rilegata.

126 pagine, con numerose illustrazioni.

Euro 80,00

Leggi tutto: IL LIBRO MAGICO DEI 72 ANGELI DI SALOMONE - Pier Luca Pierini R.

Elixir 11

Visite: 3198

Novità

E L I X I R
Scritti della Tradizione Iniziatica e Arcana
Numero 11

Edizione in ampio formato, con ill. a colori e b.n., pp. 110

Euro 20,00 

Annunciamo con piacere la pubblicazione del nuovo eccellente numero di Elixir, la rivista di esoterismo nota e apprezzata non solo in Italia, che unisce alla qualità dei contenuti una magnifica veste editoriale.

Leggi tutto: Elixir 11

La Tradizione perenne - Le vie di accesso al Sacro nell’età contemporanea.

Visite: 3394

 Relazione sul Congresso di Napoli

1 Giugno 2013 Napoli e la Tradizione Perenne

a cura di Numendor

Sabato 1 giugno, nella storica e prestigiosa cornice del Castel Nuovo (altrimenti noto come Maschio Angioino), in Napoli, ha avuto luogo un incontro-conferenza dal titolo: “La Tradizione perenne – Le vie di accesso al Sacro nell’età contemporanea”. L’evento è stato organizzato da due delle realtà partenopee più attive nel campo della ricerca spirituale e degli studi ermetici: “La Casa di Mercurio”, e “Il Cervo Bianco – La via interiore della Cavalleria”.

Il Cervo Bianco è un cenacolo di liberi cercatori, i quali, attraverso il mito cavalleresco, si mettono in cammino verso il proprio Sè profondo. I racconti e le leggende cavalleresche, lungi dall’essere semplici fiabe destinate all’intrattenimento, costituiscono difatti un vero e proprio linguaggio iniziatico, una via concreta che attraverso l’utilizzo di simboli universali ed ancestrali, indica all’uomo la direzione da imboccare per comprendere il mistero della propria anima.

Una via, non la via. Noi del Cervo Bianco, consci di essere semplici praticanti del sentiero iniziatico, e non straordinari maestri (sebbene il mondo dell’esoterismo sia pesantemente saturo di tali figure…), siamo convinti che gli antichi Misteri, lo Gnosticismo, la Cabala, l’Alchimia, la Cavalleria, rappresentino tutti la stessa medesima cosa: una Forma attraverso la quale si manifesta la Sapienza Primordiale, che assicura il collegamento tra il piano dell’immanente e quello del trascendente.

Leggi tutto: La Tradizione perenne - Le vie di accesso al Sacro nell’età contemporanea.

RECENSIONE DELL’OPERA “LA CHIAVE DELLA SAPIENZA ERMETICA” PUBBLICATA SU “VIE DELLA TRADIZIONE”

Visite: 3690


Riccardo Donato
, La Chiave della Sapienza Ermetica secondo Giuliano Kremmerz Domenico Bocchini Giustiniano Lebano, Vol. 1 (Introduzione di Piero Fenili), Edizioni Rebis 2012, €30,00.

Esce per i tipi della Rebis di Viareggio questo contributo di Riccardo Donato, studioso della tradizione ermetica napoletana dai più, a torto o a ragione, appellata Scuola o Scala o Nodo di Napoli. Forse per la prima volta, un autore si propone di prendere di petto lo spinoso argomento del lessico peculiare dei Maestri napoletani, con specifico (ma non esclusivo) riferimento a tre grandi epigoni ‘visibili’ della tradizione in parola: Giuliano Kremmerz, Domenico Bocchini, Giustiniano Lebano. Posto che del primo molto, forse troppo, bene o male si è detto e scritto (talora, sia detto en passant, col fine di tagliarlo fuori dal novero degli autentici ermetisti partenopei), è sulle ultime due figure che, ad avviso di chi scrive, giova affissare lo sguardo il più possibile attento e disincantato, onde tentare l’ardua impresa di cogliere il senso riposto nei loro scritti. La massima parte dei quali (lo apprendiamo dalla bibliografia stesa dal Donato – con non poco stupore, considerata la mole impressionante di testi citati) non solo è inedita, ma anche ignota a quella che un tempo veniva chiamata la ‘repubblica delle lettere’, oggi perlopiù ridotta a democrazia del già fatto, già detto, già sentito, e senza nemmeno il vanto di una originarietà degna di considerazione.

Leggi tutto: RECENSIONE DELL’OPERA “LA CHIAVE DELLA SAPIENZA ERMETICA” PUBBLICATA SU “VIE DELLA TRADIZIONE”